Home

12 gennaio 2016
Mangiare (bene) è una cosa seria!

Secondo L’OMS circa 1/3 delle patologie cardiovascolari e dei tumori possono essere evitati grazie ad una sana e corretta alimentazione.

Un’ alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in salute. Mangiare in modo inadeguato, infatti, oltre ad incidere sul benessere psico-fisico, rappresenta uno dei principali fattori di rischio per l’insorgenza di numerose malattie come: Obesità, diabete, dislipidemie, patologie cardiovascolari, neoplasie, ecc..

Una sana alimentazione, quindi, può rivelarsi un alleato fondamentale per la cura di tutti questi problemi.

Il percorso da intraprendere prevede che abitudini non corrette vengano modificate attraverso la conoscenza di quelli che sono i reali fabbisogni dell’ organismo e come poterli soddisfare.

Il nostro corpo è una macchina straordinaria che però ha bisogno assumere tutti i nutrienti per poter funzionare al meglio. Insieme scopriremo quali alimenti sono essenziali e di cosa abbiamo bisogno.

No alle diete fai da te!

Le diete auto-prescritte, consigliate da un’amica, scovate sul web o in qualche rivista, sono spesso diete di esclusione o mono-alimento (dieta del minestrone,

dieta del gelato, ecc.) in cui la non bilanciata ripartizione di macro- e micronutrienti porta ad uno squilibrio del normale metabolismo.

Non bisogna sottovalutare come un’alimentazione di questo tipo porti a risultati non duraturi nel tempo. Nella pratica clinica mi viene frequentemente riportato che i chili persi in breve tempo con diete rigide e monotematiche sono riacquistati con altrettanta rapidità, tornando al peso di partenza o talvolta superandolo. Senza accorgesene, ci si può ritrovare ad entrare nel circolo vizioso del dieting (dipendenza dalla dieta), accompagnato dal poco amato effetto yo-yo (alternarsi di periodi di perdita ed aumento di peso)La consulenza di un esperto risulta essere di fondamentale importanza: affinchè una dieta sia efficace e porti all’ obiettivo prefissato deve essere elaborata secondo le linee guida vigenti e personalizzata in base all’età evolutiva e allo stato di salute.

Si allo sport!

Il movimento deve essere considerato l’altra metà della mela. Svolgere una regolare attività fisica di media intensità favorisce uno stile di vita sano, con notevoli benefici sulla salute generale della persona. L’esercizio fisico non deve essere necessariamente intenso: sono sufficienti 30 minuti di movimento (camminata, bicicletta, nuoto, ecc) al giorno, tutti i giorni, per godere di numerosi benefici.